AFORISMI

giustizia

La verità vi renderà liberi.    (Sacre Scritture)

Per i nemici le leggi si applicano, per gli amici si interpretano.  (Giovanni Giolitti)

Nessun colpevole può essere assolto dal tribunale della sua coscienza.   (Giovenale)

C’è una misura nelle cose; vi sono precisi confini, oltre i quali e prima dei quali non può sussistere il giusto.      (Orazio Flacco)

Democrazia: non essendosi potuto fare in modo che quel che è giusto fosse forte, si è fatto in modo che  quel che è forte fosse giusto.   (Blaise Pascal)

Il vero giusto è colui che si sente sempre a metà colpevole dei misfatti di tutti.   (Kahlil Gibran)

Nei casi dubbi si decida per il giusto.   (Karl Kraus)

Quando gli elefanti combattono è sempre l’erba a rimanere schiacciata.   (Proverbio Africano)

Fra le armi tacciono le leggi.(Cicerone)

La giustizia non è mossa dalla fretta… e quella di Dio ha secoli a disposizione.   (Umberto Eco)

Se non ci fossero persone cattive non ci sarebbero buoni avvocati.   (Charles Dickens)

Se temi la solitudine non cercare di essere giusto.   (Jules Renard)

Si piange quando si grida all’ingiustizia.   (Italo Svevo)

Il divieto non significa necessariamente astensione, ma la pratica sotto forma di trasgressione.   (Epicuro)

La legge è uguale per tutti. Basta essere raccomandati.    (Marcello Marchesi)

E’ meglio lasciare che accadano ingiustizie piuttosto che rimuoverle commettendo illegalità.  (Johann Wolfgang von Goethe)

Meglio che non ci rubino niente: almeno così non si avranno guai con la polizia.   (Karl Kraus)

Ogni ingiustizia ci offende, quando non ci procura alcun profitto.     (Luc de Clapiers de Vauvenargues)

Guardava la sua proprietà terriera con l’occhio di chi l’ha rubata di fresco.  (Leo Longanesi)

Non esistono innocenti: tutti abbiamo passato un raffreddore a qualcuno.   (Marcello Marchesi)

Anche quando avremo messo a posto tutte le regole, ne mancherà sempre una: quella che dall’interno della sua coscienza fa obbligo a ogni cittadino di regolarsi secondo le regole.      (Indro Montanelli)

Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo.   (Ernesto Che Guevara)

La corruzione di una repubblica nasce dal proliferare delle leggi.   (Tacito)

Chiunque si pone come arbitro in materia di conoscenza, è destinato a naufragare nella risata degli dei.   (Albert Einstein)

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare.  (George Bernard Shaw)

Molto si miete in guerra, ma il raccolto è sempre scarsissimo.   (Orazio Flacco)

In assenza di pianificazione, la legge della giungla prevarrebbe. (John Fitzgerald Kennedy)

I bambini sono innocenti e amano la giustizia, mentre la maggior parte degli adulti è malvagia e preferisce la misericordia.     (Gilbert Keith Chesterton)

E’ meglio dare regole da infrangere che nessuna regola.    (Anonimo)

L’ingiustizia si può anche sopportare. E’ essere colpiti dalla giustizia che brucia.         (Anonimo)

Se si trattasse ognuno a seconda del suo merito, chi potrebbe evitare la frusta?    (William Shakespeare)

Se vuoi farlo, è proibito; se non ti piace, è obbligatorio.    (Anonimo)

Fa’ ciò che è buono e giusto, e che il mondo sprofondi.    (George Herbert)

Meno le persone sanno di come vengono fatte le salsicce e le leggi e meglio dormono la notte.   (Otto von Bismarck)

La moda, come determina il piacevole così determina il giusto.   (Blaise Pascal)

Mi sono sposato davanti a un giudice. Avrei dovuto chiedere una giuria.    (Groucho Marx)

Dobbiamo imparare bene le regole, in modo da infrangerle nel modo giusto.   (Dalai Lama)

L’intelligenza è forse l’unica ricchezza ad essere stata distribuita equamente, infatti nessuno si lamenta di averne meno degli altri.    (Proverbio Spagnolo)

Se sei capace di tremare d’indignazione ogni qualvolta si commette un’ingiustizia nel mondo, allora siamo compagni.     (Ernesto Che Guevara)

La pubblicità è la menzogna legalizzata.  (Herbert George Wells)

E’ proprio perché uno non sa fare una cosa, che ne è il miglior giudice.     (Oscar Wilde)

Giustizia non esiste là dove non vi è libertà.   (Luigi Einaudi)

Non si pesano sulla stessa bilancia le offese che si arrecano e quelle che si subiscono.  (Esopo)

Gli uomini condannano l’ingiustizia perché temono di poterne essere vittime, non perché aborrano di commetterla.     (Platone)

Essere innocenti è pericoloso perché non si hanno alibi.   (Boris Makaresko)

Un Dio tutto misericordia è un Dio ingiusto.  (Edward Young)

All’avvocato bisogna contare le cose chiare; a lui poi tocca di imbrogliarle.(Alessandro Manzoni)

Agite secondo giustizia. Sorprenderete alcuni e stupirete tutti gli altri.       (Mark Twain)

Chi rompe non paga e si siede al governo.     (Leo Longanesi)

I celibi dovrebbero essere tassati in modo più pesante, non è giusto che alcuni uomini siano più felici di altri.             (Oscar Wilde)

Le mie notti sarebbero un incubo al solo terribile pensiero di un innocente che sconta tra i tormenti crudelissimi una colpa che non ha commesso.   (Émile Zola)

Cento delinquenti fanno meno male di un giudice cattivo.    (Francisco de Quevedo)

E’ duro essere religiosi quando certe persone non vengono mai incenerite da un fulmine.     (Bill Watterson)

L’avvocato è un galantuomo che salva i vostri beni dai vostri nemici tenendoli per sé.    (Heinrich Heine)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...